L’arte del trucco nel corso di 7 epoche

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
machiaj, maquilhagem
Pixabay.com

Traduzione: Diana Caragea

Dalla sua comparsa sulla Terra l’uomo è diventato sempre più interessato e attento al suo aspetto. L’arte del trucco e dei prodotti usati si è evoluta insieme alle fasi dello sviluppo umano. 2000 anni fa l’imperatore e il filosofo Marco Aurelio fece un’osservazione sull’aspetto esteriore della persona: “La sua migliore lettera di raccomandazione.”

All’inizio il trucco veniva utilizzato in ambito ritualistico, mentre solo più recentemente gli è stata assegnata una funzione estetica. Torniamo indietro nel tempo e vediamo l’arte del trucco in 7 fasi importanti della storia.

1. Antico Egitto

L’uso di cosmetici proviene dall’Antico Egitto. Numerosi preparati cosmetici sono stati scoperti incrostati nei muri dei templi. C’erano anche vasi contenenti prodotti cosmetici e i loro applicatori nelle antiche tombe scoperte. Nella cultura egiziana, si pensava che il trucco avesse poteri curativi e magici.

Gli abiti, insieme con il trucco, mostravano lo statuto sociale della persona. Gli egiziani usavano il Kohl per annerire gli occhi, le tinture ricavate dalle piante per gli occhi e il viso, per le unghie l’hennè. Quando si trattava di levigare la pelle, usavano maschere fatte da un miscuglio di urina e fango. Per l’esecuzione del famoso occhio egiziano, le donne usavano il colore verde malachite per la palpebra inferiore e il nero per la palpebra superiore. Il trucco dell’occhio si usava esteso verso le tempie, per dare all’occhio la forma della mandorla.

Il più antico profumo, simbolo della bellezza femminile dell’antico Egitto rappresentato da Cleopatra, conteneva: canna profumata, mirra, miele, rosa e vino. A lei è  appartenuto il primo libro di cosmetologia. Il trucco e l’acconciatura di Cleopatra sono stati una fonte d’ispirazione nel corso del tempo. Allora, il viso era considerato una zona intima e il modo in cui doveva essere coperto con l’aiuto del trucco veniva insegnato a scuola.

2. Roma Antica

La moglie dell’imperatore Nerone, Poppea, era conosciuta per il trucco più complesso, realizzato da un centinaio di schiavi. Anche se era così complicato, questo era “casalingo”, portato soltanto in presenza del marito. Gli standard elevati imposti come pelle senza imperfezioni, carnagione pallida, ma dalle guance rosse; i capelli acconciati e gli occhi messi in risalto hanno determinato le donne a utilizzare cosmetici. Loro utilizzavano piombo bianco, olio di mandorle, fuliggine per il contorno degli occhi, grani di sambuco per tingere i capelli e lievito di vino invece del rossetto.

In alcuni scritti, l’uso dei cosmetici era spesso criticato perché nascondeva la bellezza naturale. Ovidio invece presenta soltanto la parte positiva del trucco nelle sue opere. Lui ha scritto anche l’Arte Amatoria, che includeva consigli e ricette per le donne.

3. Antica Grecia

Il simbolo della bellezza greca fu Aspasia, la moglie di Pericle. Le donne con il viso bianco erano molto apprezzate, così come i capelli biondi. Le donne usavano carbonato di piombo e gesso per sbiancare il viso. Le ciglia venivano messe in risalto con fuliggine e fissate con albume d’uovo o cera. Per evidenziare le labbra usavano una tinta ottenuta dall’henné rosso, mentre gli occhi erano messi in evidenza con il carbone. La moda delle sopracciglia unite sopra il naso era molto popolare tra le donne nella Grecia Antica. Gli ingredienti usati per la depilazione comprendevano anche l’arsenico, una sostanza che colpisce gravemente la pelle, spesso causando il decesso.

4. Medioevo

Essendo stato un periodo dominato dalla fede e dalla credenza, il trucco era visto come qualcosa di diabolico. Anche se le donne dovevano mantenere la loro bellezza naturale, continuavano a sbiancare la pelle con estratto di piombo. La carnagione diafana faceva la differenza tra le classi sociali. Erano alla moda la pelle bianca e il rossetto rosso. È questo il periodo in cui nascono i nèi della bellezza, fatti con l’aiuto dei fiammiferi consumati e le sopracciglia tinte con fuliggine.

5. Rinascimento Italiano

Il Rinascimento italiano si presenta con semplicità e naturalezza. Le donne utilizzano meno trucco, essendo apprezzate fattezze come: viso dalla pelle fine, la carnagione come la porcellana e le labbra sottili. I capelli raccolti in pettinature elaborate vengono sostituiti da acconciature più naturali.

6. Romanticismo

La bellezza della donna di questa era è data da una carnagione come l’alabastro (simile al marmo bianco), uno sguardo malinconico, l’aspetto fragile e i capelli neri. Per raggiungere questi standard, le donne usavano decotti di zafferano o inchiostro blu per accentuare le loro occhiaie. È il periodo in cui le donne fanno uso di meno trucchi, tranne che per le attrici e le prostitute.

Nell’Ottocento fanno la loro comparsa i primi prodotti cosmetici basati sulla ricerca scientifica. Per la cipria, il piombo e il rame sono sostituiti dall’ossido di zinco.

7. Novecento

Nel Novecento inizia la grande evoluzione del trucco, diventando una necessità per le donne del contesto urbano. 

Gli anni 1930-1950 danno vita ad una nuova era di bellezza. Il mondo del cinema, della TV e della musica ha una grande influenza sulla donna del Novecento. Numerose stelle della TV diventano fonte d’ispirazione con il loro trucco e aspetto.

Il famoso trucco ”occhio di gatto” alla Audrey Hepburn fu replicato dalle donne di tutto il mondo!

Negli anni ‘60, il movimento hippy è in pieno sviluppo e porta più libertà, anche nell’uso del trucco. Gli anni ’70 giungono con altri cambiamenti e con il trucco che passa dalla femminilità all’audacia e alla forza.

 

Gli anni ‘80 sono rappresentati dal trucco brillante e intenso. Le donne si concentrano su occhi, guance e labbra. Si utilizzano colori forti e contorni ben definiti. Gli anni ‘90 sono invece caratterizzati dal trucco naturale.

Ogni epoca ha contribuito allo sviluppo dei cosmetici e allo sviluppo di diversi tipi di trucco. Con il loro aiuto, le donne evidenziano la loro bellezza o mascherano alcune imperfezioni.

Fonti:

Puoi leggere anche sulla donna, clicca qui

 528 total views,  1 views today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *