Bruxelles – a passeggio nei 5 parchi che non devi perdere

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Bruxelles, Grand Place
pixabay.com

Traduzione: Beatrice Rădulescu

Se hai intenzione di fare un viaggio a Bruxelles, la capitale d’Europa, opta per un piano ben definito che comprenda attrazioni turistiche come la Grand Place o l’Atomium. Ti consiglio di andare al Parlamento Europeo o di vedere il Manneken Pis vestito con abiti diversi.

E se, oltre a questi, scoprissi che il cuore dell’Europa ha qualcos’altro da offrire, oltre alle cose fotografate dalla maggior parte dei turisti?

Con questo articolo ti propongo di ampliare la tua lista di obiettivi turistici e di passeggiare liberamente per i parchi grandi e accoglienti in ogni stagione, per le strade strette che sembrano uscite dai libri di favole, con case basse, alcune delle quali ancora ricoperte di canne, con porte e finestre dai colori sgargianti, per poi assaggiare la varietà di gouffre (note anche come waffle) o per rinfrescarti con una birra di qualità, senza esagerare…

1. La forêt de Soignés, o la Cattedrale del faggio

In cima alla lista degli spazi verdi c’è La forêt de Soignés (o Cattedrale del faggio). Questa è la principale fonte di ossigeno per Bruxelles, una foresta che si estende per circa 5.000 ettari, di cui 270 inclusi nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

 

 

Qui troverai più di un bosco, troverai parchi giochi per bambini, laghetti dove si rinfrescano bellissimi cigni o piccole famiglie di varie specie di volatili. Puoi fermarti in un campo da golf dell’Ippodromo, goderti un picnic negli spazi appositamente allestiti o continuare la tua passeggiata verso la prossima destinazione meno raccontata nelle riviste o libri di viaggi.

2. Il Parco Tournay-Solvay

Dal meraviglioso bosco si entra direttamente nel parco Tournay-Solvay. Prende il nome dai primi proprietari del terreno, Alfred ed Ernest Solvay, che costruirono un impero neorinascimentale comprendente un castello, attualmente in restauro, un giardino con alberi da frutto e una varietà di piante medicinali. Bruxelles ti aspetta con due laghi sempre popolati da fedeli anatroccoli o addirittura corvi e una bellissima mostra floreale che da febbraio delizia gli occhi di ogni passante.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Frédéricq Baccus (@fredericqbaccus)

3.  La tenuta monastica Rouge Cloître

Partendo dal cuore della foresta si può girare intorno all’ex tenuta monastica Rouge Cloître, ora aperta solo per passeggiate. Qui troverai un’oasi di pace accanto ai due laghetti da pesca, una mini fattoria che diverte grandi e piccini, due grandi parchi giochi per bambini classificati come i più grandi e moderni di Bruxelles.

 

4. Il parco del Cinquantenario e Arco di Trionfo

Grandioso, eclatante, imponente si erge l’Arco di Trionfo nel mezzo del Parco del Cinquantenario. Sembra essere protetto da diversi musei come il Museo delle Armi, il Museo dell’Aviazione, il Museo dell’Automobile e il Museo Reale d’Arte e Storia, che formano un arco intorno all’Arco di Trionfo. Il Parco del Cinquantenario è anche noto per i suoi festival annuali all’aperto.

5.  Il parco Tervuren

L’ultimo descritto, ma non per importanza, è il Parco Tervuren. Maestoso nel vero senso della parola, ti dimostra che una giornata perfetta può essere trascorsa in un parco che include tutto il necessario per sentirsi in vacanza. Il Museo Africano, la Cappella di Saint Hubert, le zone di pesca autorizzata e tante altre attività all’aria aperta ti aspettano a Bruxelles.

 

Altri parchi imperdibili sono: Astrid, che ospita anche lo stadio di calcio dell’Anderlecht, il parco del Bois de la Cambre dove si può fare un piacevole giro in pedalò o rilassarsi sulla terrazza in riva al lago o semplicemente sedersi sull’erba come la maggior parte delle persone che vogliono godersi il ​​sole e lasciarsi un po’ di tempo con e per se stessi.

Bruxelles è disposta a mostrarti anche più di quanto ho descritto in questo articolo, scoprilo anche tu.

Oltre all’aria fresca e ai paesaggi apparentemente disegnati, tutti questi parchi hanno in comune le piste ciclabili, che e a Bruxelles sono in aumento e sempre più curate, favorendo così la riduzione dell’inquinamento e aprendo la strada verso uno stile di vita più sano.

Troverai sicuramente tali parchi in altre capitali e da Bruxelles c’è un volo diretto per Madrid. Ecco 4 incredibili parchi a Madrid da non perdere!

Consiglio: ricominciamo, la natura lo fa ogni anno. (Valeriu Butulescu)

Fonti:

 645 total views,  2 views today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *