Maria Callas: rimane una leggenda a distanza di 44 anni dalla sua morte

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Maria Callas
Foto: www.facebook.com/MariaCallasOfficial

Oggi, 16 settembre, ricordiamo la grande Maria Callas che ci lasciò solo il ricordo della sua voce nel 1977. 

Maria Anna Cecilia Sofia Kalos, conosciuta con il nome d’arte Maria Callas, è nata il 2 dicembre 1923 a New York. La giovane soprana e attrice di origine greca contribuì alla riscoperta del repertorio italiano dell’Ottocento. Grazie al timbro unico è stata nominata “la Divina” 👑.

I primi successi furono proprio in Grecia, con Cavalleria Rusticana e Tosca. In seguito, anche l’Italia conosce la spendida voce della soprana Maria Callas attraverso: la Gioconda, Tristano e Isotta, Norma, I Puritani, Aida, I Vespri siciliani, Il Trovatore e molte altre opere.

Maria Callas è arrivata in Italia grazie a Rossi-Lemeni che la mise in contatto con il direttore artistico dell’Arena di Verona.
Anche se per una somma di denaro molto piccola, la Callas accettò di collaborare con Giovanni Zenatello, perché per la prima volta sentiva di avere un ruolo adatto sia alla sua voce che al suo fisico.

A Verona conosce Giovanni Battista Meneghini, il suo primo marito, dal quale la separavano 37 anni di differenza.
Oltre alla Grecia e all’Italia anche Londra, Vienna, Berlino, Amburgo, Parigi, New York, Chicago, Dallas, rimangono commossi e stupiti della bellissima voce di Maria Callas.

Il talento:

Definita soprano drammatico d’agilità, la cantante era dotata di tre voci, che insieme alla maestría che aveva sul palcoscenico, l’hanno fatta diventare famosa in tutto il mondo. Anche se all’inizio della sua carriera non era apprezzata dal pubblico, tra il 1952 e 1954 la cantante interpretò 7 opere e perse 28 chili. La donna formosa, diventò a 31 anni il simbolo dell’eleganza e una voce unica e irripetibile. Maria Callas fu un’icona della storia della musica, capace di uscire dalla sfera della lirica per entrare nella sfera del pop al pari di Marilyn Monroe.

🎶Il periodo d’oro di Maria Callas:

Dal 1951 al 1957 fu il soprano più ammirato in Italia e all’estero, grazie alla Scala di Milano nel 1951. Nel 1957, la famosa artista conobbe Aristotele Onassis, il secondo marito, del quale si innamorò in una crociera. Anche se fu una relazione tossica per la famosa soprana, il matrimonio dei due durò fino al 1975.

 

La morte

Il 16 settembre 1977 muore la grande Maria Callas, a causa di un arresto cardiaco. Dal quel giorno ricordiamo in ogni occasione il suo timbro unico.

Leggi anche l’articolo che ricorda del grande Gianni Nazzaro.

Fonti:

 484 total views,  1 views today

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *